Skip to content Skip to sidebar Skip to footer

Il 17 febbraio è festa nazionale dei gatti ma potrebbe essere chiamata la fest

[ad_1]
Il 17 febbraio è festa nazionale dei gatti ma potrebbe essere chiamata la festa dei famigli delle streghe !
Ecco il perché…

Oggi voglio parlarvi di un tema molto richiesto dai miei follower appassionati dell’Occulto e della spiritualità che spesso mi chiedono informazioni sul “mito” dei famigli delle streghe, e miglior giorno per affrontare questo tema non può essere che la festa dei gatti , festa nata negli anni novanta in Italia che sfida la superstizione legata al 17 e al gatto nero associato alla stregoneria per tentare di sensibilizzare l’opinione pubblica rispetto alla inutile associazione di questo meraviglioso animale con il Diavolo .
Ma andiamo per gradi , che sono i famigli ?
Nella tradizione popolare medievale il famiglio è in origine uno spirito maligno donato dal Diavolo alle streghe per aiutarle nei loro incantesimi e ancora prima delle scope era propio il famiglio a condurre le streghe al famoso Sabba .
Generalmente è un demone minore, che assume l’aspetto non soltanto di gatti e gufi, ma anche di altri animali come corvi , cornacchie , gufi, rospi, topolini, civette , lepri, Galli, asini ,caproni o cani neri, furetti , ecc. e da cui derivano le storie di superstizione per i gatti neri o per i gufi , ritenuti posseduti da uno spirito maligno .
Durante la caccia alle streghe nel Medioevo e nel Rinascimento, molti di questi animali essendo ritenuti di origine diabolica vennero sterminati, soprattutto in Inghilterra .
Probabilmente sotto l’influsso derivato dalla bolla papale che non indicava precisamente di uccidere i gatti neri ma ne lasciava intendere il coinvolgimento con il Diavolo .
Esistono veramente i famigli ?
Be sul fatto che i gatti neri portino male assolutamente NO !
Al massimo avvistare alcuni animali nel propio cammino in un determinato momento della propria vita può essere interpretato come uno specifico messaggio dal mondo spirituale ma che non implica però che l’animale stesso sia il male incarnato ma piuttosto simbolo, messaggio di un monito da cui trarre un pronostico positivo o negativo o come già detto in un altro post incrociare un determinato animale o riceverne visita può essere un messaggio portato dall’aldilà di cari o domestici recentemente defunti.
Che il gatto nero porti male è la solita follia Cattolica in cerca di Capri espiatori , ma qualcosa di vero e più antico in verità c’è , dobbiamo andare come sempre più indietro nel tempo , in Italia prima dell’arrivo del cattolicesimo, negli incroci , oltre ad altari a Mercurio o a Ekate divinità della Magia , spesso venivano poste statue di gatti neri , specie in Campania , dove il culto di Diana e Iside spesso cultuate come unica divinità era molto forte ed è noto che Diana amasse tramutarsi in gatta , e nei secoli sono molti i miti che la raffigurano come una gatta nera , per non parlare del ruolo sacro che avevano i gatti in Egitto da dove arriva il culto di Iside .
Ora già immaginerete dove sto andando a parare , il gatto fu vittima del suo legame con il mondo spirituale e Pagano , associato alle antiche religioni fu visto dalla chiesa come emblema degli antichi Dei da estirpare assieme a sacerdoti e sacerdotesse e fedeli pagani che rifiutavano la conversione o di abbandonare le antiche tradizioni , ovvero le “streghe” .
Ora spiegato il perché propio il gatto andiamo a spiegare se c’è qualcosa di vero sull’esistenza dei famigli .
Non sempre ai famigli era attribuita una pessima fama, anzi in alcuni luoghi della Germania potevano essere considerati amichevoli in quanto assistenti di persone particolarmente sagge, come gli Sciamani della comunità .
Venivano apprezzati per la loro capacità di prevedere i pericoli o gli eventi funesti come terremoti o tempeste .
Ed è questa la chiave che vi rivela la vera essenza dei famigli , ovviamente la censura cattolica lascia ben poco da sapere del ruolo effettivo nella spiritualità di quei tempi ma per fortuna , l’evangelizzazione non ha raggiunto propio ogni luogo lasciando intatto oltre oceano l’uso spirituale degli animali come guide , quindi adesso ci spostiamo negli Stati Uniti d’America, dove dalla notte dei tempi alcune tribù Indios sopravvissute anche queste all’ennesimo sterminio europeo hanno mantenuto intatto i loro culti e tradizioni , ed è in quelle che ora chiamiamo riserve che possiamo vedere, capire e paragonare il possibile uso spirituale che potessero avere i gatti o altri famigli per una potenziale strega o stregone d’ Europa nell’epoca medievale .
Il rapporto con gli animali per i Nativi Americani è di grande importanza, si possono distinguere antropologicamente parlando alcune differenze dal punto di vista spirituale, tra animale totem e animale guida.
In entrambi i casi parliamo di animali connessi con uno specifico individuo per il quale l’animale fa da tramite con il mondo spirituale, come manifestazione del Grande Mistero.
Gli animali totem fanno riferimento ad un gruppo di persone che attraverso visioni, sogni, trasmissioni famigliari, hanno in comune un animale, considerato l’antenato o il capostipite del gruppo ,la funzione è quella di spirito protettore e guardiano del gruppo ruolo simile si numi familiari dell’antica Roma .
l’animale di guida spirituale invece svolge un ruolo fondamentale dalla nascita alla morte della persona, viene acquisito o rilevato attraverso specifiche iniziazioni, o può manifestarsi attraverso sogni o altre esperienze come ad esempio il viaggio sciamanico.
In entrambi i casi si attribuisce all’animale e al suo progetto umano la capacità , chiamata shapeshifting, in italiano lo possiamo tradurre come trasfigurazione.
Ovvero come se gli occhi del gatto , o del falco , o del corvo , nel momento di alcuni specifici rituali diventino un tutt’uno con quelli dello sciamano o del protetto umano o che l’anima stessa dello sciamano possa possedere l’animale e viceversa.
È ciò lo rileviamo propio nel mito delle streghe medievali o nel mito di Diana la quale appunto si trasforma in gatta nera in molti racconti sopravvissuti ai giorni nostri .
Tornando ai nativi Americani l’aspetto più importante dell’animale di potere o animale totem è propio quello spirituale.
Attraverso la connessione con l’animale, l’individuo o lo sciamano, è in grado di connettersi con i poteri Universali, necessari per ristabilire ordine, equilibrio, armonia in questo mondo. Per tale ragione gli sciamani viaggiano con questi animali, per ricevere saggezza, compassione, conoscenza.
Ed ecco che torna il mito del volo al sabba Europeo , in quanto originariamente le streghe prima di rimanere senza famigli ed adoperare le scope , erano condotte al sabba propio dai loro fedeli animali , in quello che tutt’oggi molte comunità indigene americane praticano ovvero viaggi astrali aiutati dall’uso di piante enteogene ( allucinogene) che nel caso delle streghe era l’unguento magico per il volo al sabba .
In centro America si parla di Naguales, come animali guida che accompagnano l’individuo nella sua vita.
L’Animale di Potere o Animale Totem in definitiva è connessione che ha un uomo o una donna o un gruppo di uomini e donne con il mondo naturale, con i poteri che sono presenti nella Madre Terra, per ricordare l’origine e la natura della nostra esistenza profondamente avvolta con il mondo naturale.
Questo è il significato di un familio un essere vivente di in altra specie che è in grado di riconnetterci con questi poteri naturali, necessari per la nostra sopravvivenza, per vivere in armonia, in equilibrio, abbondanza su questa terra.
Per saperne di più continua a seguire la mia pagina Alessandro Petri Cartomante Astrologo Occultista , per consulti, prezzi o altri servizi visita il mio sito www.spiritualcounselor.it

#cartomante #tarocchi #cartomanzia #sensitivo #veggente #letturatarocchi #cartomanteonline #magia #divinazione #stregoneria #tarocchidimarsilia #occultismo #esoterismo #voodoo #santeriacubana #candomblé #orixas #talismano #astrologia #amore #futuro #medium #chiaroveggenza #cartomanziatelefonica #sibille
#oracolo #destino #spiritismo #spiritualità #oroscopo



[ad_2]

Aggiungi commento

Spiritualcounselor © 2024. All rights reserved.

P.IVA Alessandro: 04924190236

P.IVA Mirko: 02688680467